giovedì 23 luglio 2015

Intervista! Parla Lina Giudetti

Buongiorno! Siete contenti di questo nuovo, ennesimo caldo giorno d'estate?
     Io proseguo la segnalazione di martedì con l'intervista all'autrice del libro Anime Eterne, Lina Giudetti (a proposito, che ne pensate dell'accoppiata segnalazione + intervista? Vi piace? La trovate più interessante?). 
     Cedo subito la parola a Lina!
     



      Per chi ancora non ti conoscesse: che cosa ci dici di te?

Sono sin da sempre una gran sognatrice. Amo sia leggere che scrivere. I generi che preferisco maggiormente sono quello rosa se scritto con originalità, il fantasy, l'horror e il mitologico. Iniziai a scrivere seriamente sin dall'età di quattordici anni, ma non ero ancora in grado di produrre lavori decenti, così lessi quanto più possibile per avere una certa preparazione di base perché amare scrivere e saperlo fare sono due cose differenti. 

Forse è una domanda scontata, ma questo non significa che non sia importante: che cosa ti ha spinto ad avvicinarti alla scrittura?

Io scrivo da sempre perché interiorizzo molto e perché almeno così riesco a evadere dalla realtà immaginando mondi fantastici o personaggi ideali. È un po' un modo per rifugiarmi nei miei sogni con la speranza di poter far sognare anche altri.


          Parlaci un po’ dei tuoi libri: di che cosa trattano, qual è il genere, come sono nati… siamo lettori molto curiosi!

Per ora ho pubblicato solo un libro, ma ne ho scritti altri e tutti sono basati su tematiche mitologiche anche se sono ibridi di più generi. Più in là parlerò degli altri magari, quando li pubblicherò, ma ora vi parlo di "Anime Eterne". È un horror romantico che ha come soggetto una storia d'amore tra un vampiro e un essere umano. Lui è all'apparenza scontroso, freddo e sfuggente e lei è una giovane donna candida e pura che conquisterà il suo amore cambiandolo. Il tutto si svolge sullo sfondo della leggenda di Dracula, personaggio di culto che tratto nel romanzo sia dal punto di vista storico che mitologico.
È un libro nato dalla mia passione proprio per il tema del vampirismo e di Dracula. All'epoca in cui lo scrissi, lessi molte storie di vampiri e la storia del principe della Valacchia Vlad Tepes III che ispirò la leggenda su Dracula mi incuriosì e intrigò molto!


  Quali sono i tuoi modelli ispiratori, quali sono state le letture che più di tutte ti hanno formata?

I miei modelli ispiratori su "Anime Eterne" sono tanti. Ho letto moltissimi libri sui vampiri, alcuni perfino in lingua inglese mai tradotti in italiano. Comunque in genere mi hanno formata letture di horror o di libri che trattano di mitologia in generale. Non ho un autore preferito perché in genere ho sempre letto molto di autori vari, anche esordienti, ma citerò tre nomi di autori noti per me sacri: Stephen King, Anne Rice e Betrice Small (sono cresciuta leggendo i loro libri).


      Nella tua esperienza editoriale, quali sono quegli aspetti che ti hanno soddisfatta e cosa, al contrario, cambieresti?

Il mio romanzo "Anime Eterne" venne pubblicato in una prima edizione nel 2003 in forma cartacea (all'epoca non erano ancora diffusi gli ebook), ma solo nella mia città, Taranto. Fu una bella esperienza e mi diede le sue soddisfazioni, ma ora è per me ancora più soddisfacente vederlo pubblicato in tutti gli stores online. Non cambierei nulla delle esperienze fatte in riguardo comunque…


       A questo punto ti chiedo, che cosa ne pensi in generale dell’editoria italiana nelle sue diverse forme?

Io penso che l'editoria italiana ancora vada stimolata a dare il meglio perché gli italiani per primi vanno stimolati a leggere. Ne conosco tantissimi che purtroppo non amano minimamente leggere e altri comunque leggono solo determinati generi. Da quando c'è stata la rivoluzione degli eBooks, il cartaceo è diventato più difficile da vendere da quel che mi hanno detto alcune librerie e un paio di editori che conosco, ma io penso  che sono due forme differenti che possono comunque esistere e convivere tranquillamente nel mondo dell'editoria perché ognuno di essi va incontro a esigenze diverse. C'è chi ama ancora il cartaceo per una questione di gusti o anche di poca familiarità con la tecnologia, ma c'è chi invece avendo familiarità con essa trova l'idea degli eBooks assai utile e anche economica. Utile perché si possono avere tantissimi libri su un solo dispositivo che si può portare ovunque e che sia certamente meno ingombrante di un solo libro, inoltre gli e-books facilitano la lettura a chi non vede molto bene e può ingrandire i caratteri tanto quanto ne ha bisogno, mentre questo con i libri cartacei che spesso hanno caratteri piccoli che alcune persone fan fatica a leggere, non è possibile. E personalmente non nego di preferire gli eBooks…


         Il consiglio che non daresti a nessuno scrittore alle prime armi?

Di pubblicare senza aver prima fatto leggere il proprio romanzo a gente più esperta che possa notare e correggere in esso errori o passaggi per qualunque motivo sbagliati che loro possono essere sfuggiti.


      Se dovessi scrivere una storia in cui il protagonista è un animale, che animale sarebbe? Perché?

O un uccellino o un animale marino perché li adoro da sempre. Sono affascinanti come animali sotto molti punti di vista e ci sarebbe tanto da raccontare su di loro e il loro mondo…

 
Ti viene data la possibilità di compiere un lungo viaggio a tua scelta: dove ti piacerebbe andare e per quale motivo?  

Attualmente in Egitto. Sono molto attratta dalla loro cultura e dalle loro tradizioni antiche.
  

          Per finire, hai attualmente altri progetti nel cassetto, libri da pubblicare, storie da raccontare, cose da dire?


Sì, sì, in questo ultimo periodo ho studiato molto la mitologia greca, ma anche Atlantide come argomento che è correlato agli Dèi olimpici anche se molti forse lo ignorano. Sto finendo di preparare storie e storielle in riguardo e ancora una volta saranno ibridi trattanti vari argomenti come mitologia, spiritualità, dramma e amore. Speriamo bene!

Grazie Lina per aver risposto alle mie domande, un grande in bocca al lupo per i tuoi prossimi libri!




Nessun commento:

Posta un commento

Che cosa ne pensi di questo? Di' la tua!